La mia prossima Maratona

14 agosto 2008

Scarpe nuove


Questo è un post che avrei dovuto scrivere prima di andare in ferie ma il tempo e soprattutto la voglia era poca.....
Scarpe nuove quindi: Adidas Adistar Control 4. Dopo le mie Asics Nimbus comprate senza nessuna base tecnica, con le quali ho cominciato a correre e che tanti problemi mi hanno dato a livello di tibiali, sono passato a scarpe stabili in quanto overpronatore. Ecco quindi le Adidas Supernova Control 10, con le quali ho corso la Maratona di Jesolo e adesso queste Adistar Control 4 da affiancare alle altre con le quali ho fatto finora circa 500 Km. Ho deciso di comprarle per non trovarmi in prossimità di Firenze con le scarpe scariche.
Avrei preferito cambiare marca, giusto per verificare altre situazioni, ma provandole mi sono reso conto che ho un piede molto stretto e l'unica marca che riuscivo a riempire era proprio l'Adidas . Dalle prime prove mi sembra comunque un modello molto ben ammortizzato, soprattutto a livello di tallone (con un "tacco" speciale mobile) e sostenitivo. Speriamo bene.....

11 commenti:

  1. Mai provato adidas a me piace la pianta larga ho trovato le mizuno un pochino strette

    RispondiElimina
  2. La pianta + stretta di solito è quella delle Nike o delle Saucony, comunque i problemi che hai avuto potrebbero anche dipendere da un adattamento del fisico al tuo "nuovo" sport e alla lunga passeranno. cmq in bocca al lupo.

    RispondiElimina
  3. Attulmente corro con Adidas e Mizuno, mi trovo ottimamente con le prime, a breve acquisterò un paio di Saucony; mi piace sperimentare!
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Dai Gianluca, infilati quelle scarpe e organizziamo un'uscita...io per i tibiali che mi hanno dato fastidio quasi 2 mesi, ho trovato la pace dopo aver cambiato le scarpe (mizuno wave precision 8) per gli allenamenti veloci, una settimana e dolori spariti,per i lunghi uso sempre le vecchie e amate Asics Cumulus 9

    RispondiElimina
  5. Come anticipato via Skipe...visto il tuo defilamento degli ultimi 15 giorni, a te il compito di raccontare il tuo "meme Olimpico"...vai sul mio blog e capisci...eventualmente.

    RispondiElimina
  6. @ Gian Carlo: ho provato anche Nike ma erano un pò + larghe di Adidas. Saucony non le ho provate, mi sa che la prossiam volta vado alla ricerca di queste. Grazie

    @ Franchino: Mizuno troppo larghe. Saucony come sopra. Grazie

    @ Alvin: Per me il "meme Olimpico" è un'impresa ardua dato che non sono tanto appassionato di sport in TV. Ma comunque vedrò di buttar giù qualcosa ! Ciao Ciao

    RispondiElimina
  7. usate gia 2 paia per un tot di 1500 km sono ottime

    RispondiElimina
  8. ha dimenticavo corro anche io la maratona di firenze il 30 novembre e mi sto curando la fascite plantare anche io al piede sx lo scorso anno al piede dx .
    i piedi sono due quindi non so dove mi verra' il prossimo anno ma
    ciao

    RispondiElimina
  9. @kl42195: come stai curando la fascite ? E adesso come va ?
    In bocca al lupo e buone corse !

    RispondiElimina
  10. TECA TERAPIA STA VENENDO BENE MI STO GIA' ALLENANDO BENE.
    DOMANI FACCIO UNA PRIMA GARA DI KM 6,5 PER TESTARE UN PO LA MIA CONDIZIONE
    A PRESTO E IN BOCCA LUPO

    RispondiElimina
  11. Posso solo affermare che Adidas calza più strettina anche come numero convenzionale, addirittura le scarpe racing in cm misurano 0.5 cm in meno di quelle ammortizzanti (chissà perchè). Fatto sta che sono tutte ottime scarpe.
    Ma una domanda che mi pervade la testa da tempo è: queste Mizuno che tanto fanno impazzire gli amatori (Palermo è piena) perchè nessuno di noi corridori da 3'00"-3'20"/Km le indossa o sopporta? Mai capito e mai più indossate dopo una brutta impressione avuta molto tempo fa con un paio acquistate.

    RispondiElimina

Mi interessa sapere come la pensi e se non ti viene in mente niente lasciami anche solo un saluto che sarà graditissimo. Se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio!

L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post e che eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001